Contatti
Casa per Esercizi Spirituali
"Pascal d’Illonza"
Piazza S. Pietro, 1
12100 San Pietro del Gallo - Cuneo
Tel. 0171.682223
E-mail: casaesercizi@diocesicuneo.it
C.F. 96016930040 - P.IVA 02855630048
La via Crucis
Un sentiero per seguire la via della Croce di Gesù

Un esercizio antico per contemplare la Passione di Gesù:


 - La formula della preghiera della Via Crucis nelle 14 soste sul cammino della Croce fatto da Gesù,  si è diffusa nel Settecento, ma la sua pratica risale al periodo delle Crociate, cha hanno reso possibile ripercorrere la “via dolorosa” a Gerusalemme ed ha avuto ampie realizzazioni nei sacri monti  già dal Quattrocento.
 - Ma la sua radice è nella contemplazione della Passione di Gesù come viene raccontata nei quattro Vangeli. Questa meditazione e contemplazione ha grande forza per entrare negli stessi “sentimenti di Gesù”, che si è fatto servo obbediente fino alla morte in croce.

 

La grande croce ed il piccolo Calvario:

-  L’installazione delle croci delle stazioni della Via Crucis è stata voluta da don Bruno Celestino nel 1986, con pannelli in bassorilievo su bronzo, realizzati dal Luigi Valerisce; alle 14 stazioni della tradizione egli fece aggiungere la XV della Risurrezione.


- Il percorso venne leggermente modificato per la realizzazione dei lavori alla casa e ripreso nel 2007.


 -  Don Bruno Celestino ebbe l’opportunità di compiere il pellegrinaggio in Terra Santa nel 1974, nel periodo in cui si eseguivano i lavori di costruzione della nuova ala per la scuola materna; così su un piccolo rialzo ottenuto con terra dello scavo del nuovo edificio, realizzò un modesto Calvario erigendovi una grande croce alla cui base murò quattro reperti portati dal suo pellegrinaggio.


 - Le quattro pietre di Terra Santa sono individuate con cartellini metallici, su cui è inciso il santuario di provenienza: Cafarnao, Monte Tabor, Getsemani e Santo Sepolcro; è molto probabile che don Celestino abbia ottenuto questi piccoli reperti dai religiosi addetti alle varie chiese e sia riuscito ad eludere il controllo, un tempo non così severo, per esportare queste reliquie da Israele. 

 

Per  pregare la Via Crucis:

- Questo percorso del parco si snoda in salita, partendo dal punto della casa più basso, vicino agli ulivi, che richiamano la preghiera di Gesù prima della sua Passione; accanto al sentiero sono collocate le 15 croci sorreggenti ognuna un pannello con la scena della Via Crucis da contemplare; 
 - per  la contemplazione:  si fa una sosta di fronte all’immagine di ogni stazione con un atto di riconoscenza a Gesù; poi si coglie un suo atteggiamento ed un suo dono dalla situazione da lui vissuta ed infine si può render grazie o invocare un frutto dalla Passione del Signore con la preghiera del “Padre nostro” e dell’ “Ave Maria”;
 - Il percorso può esser fatto con l’aiuto del Vangelo della Passione di Gesù, ed applicandolo a qualche aspetto particolare della nostra vita, per chiedere a Gesù come seguirlo meglio.


Tutte le immagini



Documenti allegati
  Percorso della Via Crucis
Gli appuntamenti