Contatti
Casa per Esercizi Spirituali
"Pascal d’Illonza"
Piazza S. Pietro, 1
12100 San Pietro del Gallo - Cuneo
Tel. 0171.682223
E-mail: casaesercizi@diocesicuneo.it
C.F. 96016930040 - P.IVA 02855630048
Cappella della Trasfigurazione
Rinnovata nella sede della cappella già realizzata nel 1974

L’accostamento della Trasfigurazione al Getsemani, si collega a Pietro, coinvolto nei due episodi: Mc 14, 32-42 e Mc 9,2-8.
Al centro è il Crocifisso; la croce apre la roccia in cui è posto il tabernacolo, con l’immagine del Signore Risorto.
La croce ha come sfondo il fungo atomico e lo divide in una zona d’ombra di morte, che si estende al Getsemani, ed in una di fuoco e di luce, che investe con il suo bagliore il Tabor.
L’idea viene da J. Vanier, fondatore di “Fede e Luce”, in una conferenza fatta a Cuneo, circa 25 anni fa:
“La mia adolescenza si è svolta intorno agli apparecchi di guerra. Due cose soprattutto mi hanno segnato: la prima è stata la giornata del 6 agosto 1945, il giorno in cui la prima bomba è caduta su Hiroshima,  e la Trasfigurazione, perché quel giorno era la festa della Trasfigurazione. Oppenheimer, uno dei padri della bomba atomica, ha detto: “Brilla più di mille soli”; quando Gesù si trasfigurò sul Tabor, ci viene detto che il suo viso e il suo corpo sono diventati come il sole. Un mio amico prete, John, dice questo: “O continuiamo a camminare sui poveri, e questo si concluderà con l’esplosione atomica,oppure camminiamo con i poveri, e questo terminerà nella Trasfigurazione in Gesù.”
 
La cappella, già corredata di Via Crucis, è da completare nell’arredo liturgico e nell’iconografia mariana.


Tutte le immagini



Documenti allegati
  Cappella della Trasfigurazione Tabor
  Cappella della trasfigurazione Vegliate
Gli appuntamenti