Contatti
Casa per Esercizi Spirituali
"Pascal d’Illonza"
Piazza S. Pietro, 1
12100 San Pietro del Gallo - Cuneo
Tel. 0171.682223
E-mail: casaesercizi@diocesicuneo.it
C.F. 96016930040 - P.IVA 02855630048
Senso Cristiano del Presepio
Per non dimenticare il Festeggiato nel suo Natale!

“Mamma, dov’è Babbo natale in questo presepio?”. Non è una  domanda strana, questa fatta da un bambino, e non piccolo, ma già in età da scuola elementare. Il livello di confusione nelle nostre feste cristiane paganizzate si presterebbe a barzellette o a considerazioni veramente deprimenti per gli sforzi didattici fatti da preti e catechiste!

Anche il presepio rischia di essere un segno insulso, visitabile per la semplice curiosità di vederne gli effetti speciali di luci e pupazzi in movimento, che possano possibilmente anche attrarre l’attenzione degli adulti che li visitano, per accompagnare i bambini nel periodo invernale, quando i parchi giochi all’aperto non sono gradevoli per il clima. Un sintomo, da non scordare, di questo vuoto, è la quasi insignificanza dei presepi per i giovani.

Avere quindi un presepio in chiesa o nei locali parrocchiali, senza interrogarci sul senso che può avere per la gente oggi, non è solo ridurlo a vuoto segno di circostanza, come l’albero illuminato o la stella cometa, o il Babbo Natale che si arrampica sui balconi. E’ cosa più deleteria, perchè porta gente in chiesa, con un richiamo ad un avvenimento importante per la fede cristiana, senza parlare di Gesù Cristo.

Per questo motivo, più cresce un presepio, attraendo migliaia di persone, come quello di San Pietro del Gallo, più deve aumentare la responsabilità di non svuotarlo a semplice attrattiva, ma di investire in attività catechistica e come via di incontro con il “festeggiato”, cioè il Signore Gesù, di cui il Natale celebra l’incarnazione.

Da un lato va dato merito agli ideatori e realizzatori del presepio animato di San Pietro del Gallo di aver aggiunto personaggi significativi per il mondo evangelico, come la “valle dei lebbrosi” o lo “scriba” che copia codici antichi, o ancor meglio la consegna del rotolo della legge al ragazzo dodicenne, a ricordo del momento in cui l’adolescente ebreo diventa “figlio della legge”, cioè responsabile moralmente e quindi è considerato adulto. Questi nuovi gruppi vanno ad aggiungersi ad oltre 50 nuclei di quasi 200 personaggi ed animali in movimento, creando un crescendo di curiosità. Il tutto è allestito con una cura minuziosa di particolari ed una buona ambientazione storico-geografica.

D’altro lato si deve affrontare l’impegno didascalico per far gustare alle lunghe code di visitatori tutto questo, per evitare che dopo una coda di un’ora e mezz’ora di sguardi curiosi, escano fuori commentando con altri e subito qualcuno chiede di rientrare perché non ha visto l’albero cadere, né la scimmia che chiede l’elemosina o il ladro nella notte! Per questo si cercherà, nella misura del possibile, di trovare e preparare delle “guide turistiche”, che ogni sotto minuti, quanto dura un ciclo di luce nel presepio, possano partire con un gruppetto di dieci nuovi visitatori, per una visita esauriente di” tre giorni”, cioè di 24  minuti, senza dimenticare troppi particolari.

Ma la sfida più impegnativa dal punto di vista pastorale è non solo presentare il presepio come strumento per conoscere e riflettere sul Natale, ma portare qualcuno ad incontrare Gesù, nella sua Parola e nella sua Presenza nell’Eucaristia. A questo fine si allestirà nella chiesa parrocchiale un percorso che porterà a sostare davanti alla Madonna col Bambino, realizzata negli anni in cui san Francesco aveva riproposto dal vivo il Natale di Gesù; in secondo luogo si potrà vivere qualche segno di stupore, grazie ed adorazione davanti alla sequenza di mangiatoia, altare e tabernacolo, che,  nella chiesa di San Pietro del Gallo, offrono un suggestivo legame,che può aiutare un momento di preghiera.    

                                                                                                                      Gian Michele Gazzola

Tutte le immagini

Gli appuntamenti